sabato , dicembre 16 2017
Home / Notizie / Salmoni atlantici scappano a causa dell’eclissi e invadono il Pacifico
salmoni fuggiti nel pacifico

Salmoni atlantici scappano a causa dell’eclissi e invadono il Pacifico

Nelle acque del Pacifico davanti a Seattle potrebbe consumarsi un disastro ambientale senza precedenti. Poche ore prima dell’eclissi totale di sole che ha attraversato gli Stati Uniti, migliaia di salmoni atlantici sono fuggiti dalle reti e hanno raggiunto il Pacifico.

Cypress Island: cedono le reti delle vasche, salmoni in fuga

Potrebbe sembrare il titolo di un film di animazione per bambini ma è quanto accaduto lunedì 21 agosto 2017. Tutti gli americani erano con il naso all’insù per guardare l’eclissi totale di sole, ma in quelle ore, il Dipartimento di Pesca e Fauna selvatica di Washington aveva lanciato l’allarme. A fuggire sono stati i salmoni atlantici allevati dall’azienda Cooke Aquaculture. La specie cresciuta in cattività non è autoctona. Si stima che nelle vasche ci fossero 305mila pesci e 5mila esemplari di salmone dell’Atlantico.

Se i salmoni che sono fuggiti dalle reti riuscissero ad ambientarsi nel Pacifico potrebbero esserci dei gravi danni all’ecosistema perché si creerebbero ibridi, e non è escluso che possano portare nuove malattie nell’oceano. La ditta ha dato la colpa all’eclissi di sole e alle maree, le strutture infatti sono ancora sommerse d’acqua. Le associazioni ambientaliste e i pescatori non credono a questa versione.

I salmoni fuggiti nel Pacifico verranno mangiati dalle foche?

Le strutture della Cooke avrebbero dovuto resistere al movimento della marea, anche se quello di lunedì era eccezionale. Intanto pare che l’azienda sia in attesa di nuovi permessi per mettere in sicurezza le vasche e ha tranquillizzato tutti dicendo che non ci saranno danni ambientali visto che i salmoni atlantici verranno divorati dalle foche. Purtroppo però i pescatori della tribù di Lummi hanno trovato salmoni strani, grandi sino ad 80 cm e con strane macchie, e hanno iniziato a temere per il futuro del salmone di Chinook.

John Volpe, ecologista Università di Victoria, sostiene che questi pesci sopravviveranno e che si riprodurranno, incrociandosi con le altre specie. Negli anni ‘90 si era verificato un altro evento simile e i pesci erano morti tutti, ma l’allerta è alta. L’unico obiettivo è salvaguardare i pesci nativi, ecco perché l’invito a pescare tutti i salmoni dell’Atlantico.

La bella stagione arriva in fretta, preparati in anticipo con Barò cosmetics!
crema baro anticellulite

About Flavia Montanaro

Classe 1985. Web editor. Appassionata di alimentazione sana e vivere green, con una passione per i superfood: il cibo del futuro!

Leggi anche

Nasce Gustoso, il progetto per portare il Made in Sicily negli States

Gustoso Sicilian Food Excellence, il Made in Sicily punta gli Usa

Sono dodici le aziende siciliane pronte a partire per gli Stati Uniti con l’obiettivo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 16 =