CONDIVIDI
Come cucinare in serie

Cucini oggi e non ci pensi più. Vi piacerebbe avere i pasti sempre pronti? Non c’è bisogno di ricorrere al take away perché il con batch cooking potete avere piatti diversi e sera per ogni giorno della settimana. Non è difficile, dovete solo pianificare il menu e fare la spesa. Se lavorate fuori e non potete spignattare tutti i giorni, cucinare in serie potrà salvarvi!

Pianificare il menu settimanale e fare la spesa

Il batch cooking ha successo solo quando si pianificano tutti i passaggi, dai piatti che devono essere preparati alla lista della spesa. Per evitare di essere troppo ripetitivi è meglio scrivere cosa volete mangiare a pranzo e a cena, ricordando di preferire il pesce e le carni magre, di usare legumi e cereali integrali e di non farvi mai mancare frutta e verdura. Potete anche prendere un raccoglitore dove mettere tutte le ricette interessanti che trovate sul web.

Dopo aver stabilito il programma andate al supermercato, è importante appuntare le quantità degli ingredienti per non restare senza proprio quando state cucinando. La qualità è fondamentale, scegliete sempre prodotti freschi che possono sopportare il congelamento e il riscaldamento al microonde o forno. Fate la spesa al mattino così avete più tempo per pulire le verdure e tagliarle e per preparare la carne, il pesce e i legumi, riservando le operazioni di conservazione al giorno successivo. Molte persone si dedicano al batch cooking il sabato per avere la domenica libera.

Le regole del batch cooking e gli strumenti

Cucinare in serie è semplice ma ci sono delle regole da rispettare, per esempio il piano di lavoro deve essere sempre lavato dopo ogni preparazione. È preferibile utilizzare poche spezie e sale per aggiustare il sapore dopo che i cibi sono riscaldati, inoltre i contenitori devono essere riempiti per ¾ per evitare che trabocchino. Fate porzioni piccole, sarà più semplice scongelarle e per polpette, gnocchi e simili, riponeteli in freezer per 30 minuti su un vassoio e poi metteteli nel sacchetto, questo impedisce che si attacchino.

Per quanto riguarda gli strumenti per il batch cooking occorrono contenitori in plastica rigida, vetro pyrex o carta preformata che possono sopportare lo sbalzo termico tra il freezer e il forno. Applicate etichette e talloncini per distinguere meglio le pietanze, e scrivete quando le avete preparate o quando intendete mangiarle. Tra gli altri strumenti idonei per la cucina in serie ci sono i piccoli elettrodomestici come frullatore a immersione, impastatrice e tritatutto. Anche la pentola a pressione può essere utile per la cottura dei legumi perché riduce i tempi.

I piatti che non si possono cucinare in anticipo

Ci sono cibi che si adattano al batch cooking e altri che perdono la propria appetibilità. Lasagne, minestrone, spezzatino, polpette, sugo di pomodoro e filetti di pesce sono perfetti. I piatti a base di riso e quinoa invece si trasformano in masse poltigliose, le patate lesse o al forno invece diventano farinose, il polpo e la carne invece tendono a diventare stopposi.

Potete variare i menu settimanali con il batch cooking e mangiare le lasagne il lunedì e lo spezzatino di carne il martedì, il mercoledì filetti di pesce e giovedì pasta pasticciata con mozzarella e ragù, venerdì di nuovo pesce (ottimo lo spada con sugo di pomodoro e olive) e ancora il sabato minestrone di verdure, e la domenica se proprio non avete tempo scongelate le polpette e una porzione di sugo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.