CONDIVIDI

Le padelle sono alcuni degli strumenti più utili in cucina. Ne esistono di varie tipologie, e possono essere usate per cucinare carne, pesce, verdure, sughi, e moltissimo altro. Insomma, senza padelle non si può dire di avere una cucina completa: uno dei modelli più in voga, negli ultimi anni, è quello delle padelle antiaderenti.

Sono tantissimi i vantaggi delle padelle antiaderenti, ma soprattutto uno è quello che le ha rese così famose: sono dotate di una superficie che impedisce ai grassi di attaccarsi, così la pulizia è estremamente semplice, perché non si formano croste di cibo e residui che bisogna cercare di togliere con ore di lavoro.

Inoltre, esse permettono di cucinare riducendo al minimo l’utilizzo di grassi. Sono l’ideale per una cucina salutare e soprattutto semplice da pulire. Ma quali padelle antiaderenti scegliere? Innanzitutto bisogna puntare sulla qualità. Qualche anno fa si era diffuso un sentimento di allarmismo a causa della presenza di padelle rivestite con dei materiali dannosi per la salute, che dopo diverse cotture venivano a contatto con gli alimenti, come quelle con rivestimento in teflon.

Ma oggi puoi trovare delle eccellenti padelle antiaderenti di ottima qualità, fatte in ceramica o con pietra lavica, che garantiscono la massima efficacia senza essere minimamente dannose per la salute, anzi dimostrandosi durature nel tempo.

I migliori materiali sono quelli che conducono al meglio il calore, come ad esempio la ceramica. Qualsiasi tipo di padella tu decida di acquistare, controlla sempre che sia di eccellente qualità per evitare di trovare un prodotto magari molto economico ma che non conduce bene il calore, quindi rovina gli alimenti, o che richiede una temperatura eccessivamente elevata, cuocendo male il cibo.

Le padelle in pietra lavica sono molto leggere e sono l’ideale per chi non voglia maneggiare dei prodotti troppo pesanti per tutto il giorno. Un eccellente compromesso che permette di trovare il giusto equilibrio in cucina.

La qualità è sempre nei dettagli: opta per padelle antiaderenti create in Italia con materiali come ceramica e pietra lavica, come quelle di delgattoforniture.it. La pietra lavica è particolarmente resistente ai graffi che possono capitare, quando si cucina. Stai attento nella scelta della padella: controlla in che materiale sono i manici e le viti (che dovrebbero essere in acciaio inossidabile per resistere a lungo al contatto con cibo e acqua e calore), e che non si surriscaldino.

Guarda anche alla dimensione: esistono diverse tipologie di padelle antiaderenti, di ogni forma, grandezza, colore, a seconda delle esigenze della cucina e del numero di persone per cui bisogna preparare i pasti.

Inoltre se sei interessato al lavaggio nella lavastoviglie controlla sempre che la padella possa essere lavata in questo modo. Se non esplicitamente specificato dal produttore, infatti, il lavaggio in lavastoviglie potrebbe danneggiare la tua padella e renderla poco efficiente o, peggio ancora, inutilizzabile. Pertanto, in caso di dubbio, è molto meglio effettuare un lavaggio a mano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.