lunedì , Febbraio 18 2019
Home / Diete / Dieta della pasta: il programma per perdere peso velocemente
mangiare pasta a colazione fa dimagrire

Dieta della pasta: il programma per perdere peso velocemente

Siamo sempre alla ricerca di una dieta per dimagrire in poco tempo ma spesso si tratta di regimi alimentari troppo restrittivi che mettono in serio pericolo la nostra salute. Il primo obiettivo è quello di sbloccare il metabolismo e con la dieta della pasta si può superare la fase più difficile di tutti i programmi dimagranti.

La pasta si può mangiare a colazione

Per un dimagrimento veloce, la pasta deve essere consumata a colazione. Dovete sapere che gli ormoni che regolano il peso e in particolare il cortisolo e il Gh raggiungono picchi massimi in diverse ore della giornata. La maggiore concentrazione di cortisolo nel sangue si verifica di notte (tra le 3 e le 4) mentre raggiunge livelli minimi quando andiamo a dormire (tra le 20 e le 22), il Gh ha i suoi valori minimi dalle 8 alle 20. Questo significa che alti livelli di cortisolo al mattino possono favorire il catabolismo degli aminoacidi e fornire glucosio all’organismo (mangiando pasta a colazione) stimola la produzione di Gh per una perdita di peso dai 2 ai 4 kg seguendo una dieta specifica.

Le tre fasi della dieta

Il programma snellente si compone di tre fasi, la prima corrisponde al primo giorno della dieta che si può ripetere e serve per purificare il corpo e riattivare il metabolismo. Sono consentite le verdure e la frutta ma solo a colazione. La seconda fase invece è quella della dieta vera e propria quando si mangia pasta a colazione condita con olio evo a crudo e parmigiano o grana, seguita da una tisana al tè verde con zenzero. Introducendo la pasta si mantengono stabili i livelli di glicemia e si attiva il dimagrimento. Infine la terza fase anch’essa ripetibile per un giorno che serve a stabilizzare e consolidare i risultati.

Piano nutrizionale 5+2: perdere 4 kg in una settimana

La dieta della pasta predilige vegetali di stagione, la frutta è in quantità limitata e lontana dai pasti per evitare che fermenti. Previste verdure a foglia verde e ortaggi, sì agli spuntini e pranzi e cene bilanciati alternando carne e pesce. Via libera ad acqua, tè verde, tisane allo zenzero e karkadè, ma senza zucchero.

  • 1° giorno (ripetibile): Colazione, tè verde, 150 gr di frutta si stagione con succo di limone; Spuntini: sedano, carote e finocchi; Pranzo e cena: verdure e ortaggi di stagione cotti o crudi con olio evo, spezie e aromi, capperi e semi di zucca, noci o mandorle;
  • 2° – 3° – 4° giorno: Colazione, 40 gr di pasta senza glutine condita con olio evo e parmigiano, tè verde allo zenzero; Pranzo e cena, insalata mista con ortaggi e verdure, 120 gr di petto di pollo. Suggerimenti proteici per i pasti principali: tacchino, coniglio, orata, branzino, persico e trota.
  • 5° giorno (ripetibile): Colazione, 1 tazza di caffè, 3 fette biscottata con marmellata; Spuntino, 30 gr di frutta secca; Pranzo, 120 gr di carne, insalata mista; Merenda, 100 gr di frutta di stagione (pesche, albicocche o melone); Cena, 150 gr di pesce, insalata mista.

About Flavia Montanaro

Classe 1985. Web editor. Appassionata di alimentazione sana e vivere green, con una passione per i superfood: il cibo del futuro!

Leggi anche

Dieta detox dopo le feste: cosa mangiare per dimagrire prima di Capodanno

Dieta detox dopo le feste: cosa mangiare per dimagrire prima di Capodanno

L’Epifania tutte le feste porta via e l’8 gennaio 2018 è quel famoso lunedì cerchiato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.