CONDIVIDI
I pomodori non si conservano in frigo: il freddo altera il sapore
I pomodori non si conservano in frigo: il freddo altera il sapore

I pomodori non devono essere conservati in frigo. Secondo una nuova ricerca questo tipo di conservazione ne altera il sapore. Lo studio è stato condotto da un gruppo di esperti dell’Università della Florida e i risultati sono stati pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the national academy of sciences (Pnas). Gli scienziati hanno provato a lasciare per qualche giorno i pomodori nel frigorifero notando che il sapore era diverso. Le temperature fredde infatti vanno ad interferire con gli enzimi modificando il gusto dei pomodori. L’aspetto è sempre lo stesso, come se fossero stati appena acquistati, ma al palato si nota subito la differenza.

Durante lo studio, il gruppo guidato dal professore Harry Klee ha analizzato il comportamento dei pomodori tradizionali conservati in frigorifero ad una temperatura di 5 gradi per uno, tre e sette giorni. Successivamente i pomodori sono stati lasciati a 20 gradi per consentire la maturazione. Quando sono stati misurati i composti volatili del sapore, gli scienziati hanno scoperto che erano ridotti del 65% durante il tempo in cui i pomodori erano stati in frigo, mentre a temperatura ambiente i valori si erano normalizzati. Alla ricerca hanno partecipato anche 76 persone per un test di degustazione al buio. Nessuno di loro conosceva la differenza tra i pomodori, e hanno giudicato quelli in frigo meno saporiti.

Il sapore dei pomodori cambia se si lasciano in frigo: lo dice una nuova ricerca
Il sapore dei pomodori cambia se si lasciano in frigo: lo dice una nuova ricerca

Mettere in frigo alcuni cibi non è sempre la scelta migliore, vi sono infatti altri alimenti, oltre ai pomodori che dovrebbero essere lasciati a temperatura ambiente. Le temperature bloccano la maturazione e questo, probabilmente, molti di voi lo avranno constatato con le banane. A differenza dei pomodori che dovrebbero essere consumati appena raccolti, le banane hanno una struttura particolare che funge da barriera contro il freddo; il pane non si lascia in frigo perché con le temperature basse l’amido si cristallizza diverso è il congelamento che blocca qualsiasi processo; le patate si lasciano in un luogo asciutto e fresco ma non nel frigorifero perché con il freddo la fecola di patate diventa zucchero, modificando il sapore, proprio come succede ai pomodori.