CONDIVIDI

Nel corso della nostra vita può capitare di soffrire di palpitazioni, soprattutto a seguito di un’attività fisica importante o dopo una forte emozione. Tuttavia, vi sono casi in cui la tachicardia si presenta per la maggior parte delle nostre giornate e senza apparente motivo. Si classifica come tachicardia un battito cardiaco che oscilla tra i 100-120 battiti al minuto ed è possibile distinguerla in due diverse varianti:

  • La tachicardia sinusale, meno grave e correlata a sforzi. In alcuni casi, si manifesta a causa di stress, problemi al metabolismo, anemia o ipertiroidismo;
  • La tachicardia parossistica, correlata alla conduzione elettrica del cuore

Tra le cause più importanti troviamo l’ansia, l’anemia, la febbre, alcuni farmaci, problemi cardiaci, disidratazione, attività fisica, forti emozioni, stress e ipoglicemia. È possibile risolvere il problema con alcuni rimedi naturali se si verificano in maniera sporadica, anche se ricordiamo che è sempre importante rivolgersi al proprio medico di fiducia per poterne capire la causa e il tipo.

Tra i rimedi naturali più comuni, troviamo gli esercizi per la respirazione e di meditazione, importanti per poterci rilassare. È fondamentale curare la propria alimentazione, consumando molta frutta, verdura e cereali. Cercate di limitare al minimo alcool, caffè e sigarette. Per calmare l’ansia, poiché si tratta di uno dei possibili fattori, suggeriamo di bere infusi a base di camomilla, valeriana, melissa, biancospino o passiflora.

Anche i fiori di Bach sono particolarmente utili, poiché aiutano ad allontanare i pensieri negativi, migliorando lo stato d’animo. Ottima l’acqua distillata ai fiori di mandarino, poiché presenta interessanti proprietà antispasmodiche. Potrete preparare decotti e tè particolari. Via libera alle foglie di lattuga in un litro d’acqua bollente; filtrate il tutto e bevetene tre tazze al giorno. In alternativa, realizzate un tè con dei fiori secchi di caprifoglio e fatelo bollire per una decina di minuti.