CONDIVIDI

Una notizia interessante quella che arriva da Haifa, dove un gruppo di studiosi sono riusciti a scoprire un nuovo sistema per trovare il cancro allo stomaco precocemente. Stiamo parlando di un gruppo di ricercatori israeliani che sono riusciti a proporre uno strumento basato sul respiro per individuare la patologia. Si tratta di un test che capta i segnali chimici nell’aria espirata correlati allo sviluppo del tumore, anche se dovesse essere agli inizi della sua formazione.

La procedura è piuttosto economica e non invasiva, pertanto tutti possono sottoporsi al test senza il rischio di spiacevoli effetti collaterali. Inoltre, grazie a questo meccanismo, è possibile prevedere il rischio di tumore anche per soggetti con malattie intestinali. Un piccolo esperimento divenuto realtà, il cui merito risiede nella capacità di scovare una particolare proteina che incide notevolmente sulla crescita dei tumori.

È proprio per questo motivo che lo strumento è stato analizzato e creato per riuscire a cogliere ogni componente chimico senza alcun tipo di confusione. L’analisi condotta viene basata su particolari sensori nanomateriali, i quali riescono senza difficoltà a carpire i segnali chimici che indicano la presenza di un cancro. Finalmente, sarà possibile dire addio alle fastidiose endoscopie: la ricerca è stata condotta su 484 pazienti, 99 dei quali malati di tumore. I risultati emersi hanno rivelato la patologia con una precisione assoluta: è stato infatti possibile differenziare i tumori precoci da quelli tardivi. Lo scopo degli scienziati è quello di impiegare questo nuovo sistema di prevenzione e diagnosi senza obbligare i pazienti a procedure dolorose, invasive e dispendiose.