CONDIVIDI

Il pesce azzurro è facilmente riconoscibile grazie al colore bluastro delle squame, oltre al fatto che si presenza ricco di omega 3 e di calcio, molto importanti per il nostro organismo. Oggi, vi parleremo di tutte le tipologie di pesce azzurro presenti in commercio e degli effetti benefici che sono in grado di regalare al nostro organismo.

Iniziamo partendo dallo sgombro, il quale popola le acque del Mediterraneo, del Mar Nero, dell’Islanda, della Norvegia e della Groenlandia, dal corpo allungato e dal muso appuntito, molto gustoso se cucinato lesso oppure al forno. Un’altra tipologia di pesce azzurro sono le acciughe, diffuse nel Mar Mediterraneo e dal corpo allungato con coda a V. Un tipo di pesce cucinato gratinato, fritto, ripieno, in forno o sott’olio e marinato.

Il sauro vive nelle acque del Mar Mediterraneo e dell’oceano Atlantico orientale, di colore argento e verde; viene spesso cucinato al cartoccio oppure alla griglia. Il merluzzo è sicuramente uno dei pesci azzurri più conosciuti e cucinati, il quale regna nell’acque dell’oceano Atlantico: si prospetta molto saporito fritto o lesso, magari con delle salse saporite.

Anche la palamita fa parte dei pesci azzurri e si trova nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero, conosciuta più comunemente come sarda. Il dentice vive nel Mar Mediterraneo, ma anche nell’oceano Atlantico; si tratta di un pesce piuttosto grande, che può arrivare fino ai 20 kg di peso e, per questa ragione, viene cucinato al forno.

Il nasello è un pesce azzurro che si trova nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero, ma anche nell’oceano Atlantico, molto simile al merluzzo per quanto riguarda l’aspetto estetico, cucinato spesso fritto o in filetti con aglio e pomodoro. Infine troviamo la platessa, uno dei pesci preferiti dai bambini che possiamo trovare nell’oceano Atlantico e nel Mar Baltico; la sua forma è romboidale e viene cucinata impanata e fritta.

Quali sono i benefici che questo tipo di pesce è in grado di regalare al nostro organismo? Prima di tutto, riduce il colesterolo cattivo presente nel sangue e i trigliceridi. Gli acidi grassi in esso contenuti aiutano a contrastare l’accumulo di trigliceridi e colesterolo, rendendo il sangue fluido e impedendo l’insorgere di possibili malattie cardiocircolatorie.

Il pesce azzurro aiuta a prevenire l’artrite reumatoide ed è particolarmente consigliato anche per chi soffre di diabete, in modo che si possano assimilare le giuste proteine e i giusti grassi senza correre rischi per la salute. Inoltre, il pesce azzurro combatte l’aterosclerosi, uno stato infiammatorio delle arterie causato da smog, fumo oppure obesità, ma in particolar modo dal colesterolo troppo alto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.