CONDIVIDI

La gravidanza è sempre un momento molto delicato della vita di una donna. Ecco perché, oltre a seguire i consigli più diffusi che danno i ginecologi, è importante anche attenersi ad una corretta alimentazione. Seguire un’alimentazione sana in gravidanza è fondamentale anche per prevenire l’insorgenza di sindrome metabolica e malattie che interessano l’apparato cardiovascolare. Mentre alcuni cibi sono essenziali per fornire sia alla futura mamma che al bambino dei nutrienti importanti, altri andrebbero vietati o comunque il loro consumo dovrebbe essere molto ridotto. Vediamo precisamente cosa non mangiare in gravidanza.

I cibi vietati durante la gestazione

In gravidanza non andrebbe mangiato il latte crudo non pastorizzato, perché c’è il rischio di incorrere in un’infezione da Escherichia coli. Anche le uova crude o poco cotte rappresentano un pericolo, soprattutto a causa dell’eventuale presenza di salmonella. Lo stesso discorso vale per le carni crude o poco cotte e per il pesce crudo o che non abbia raggiunto una cottura sufficiente. In questo caso c’è il rischio di contrarre salmonella, Escherichia coli e listeria. Quindi questi alimenti andrebbero consumati soltanto ben cotti.

Sempre per il rischio di listeria, durante la gravidanza andrebbero evitati i formaggi a breve stagionatura. La frutta e la verdura cruda e i frutti di bosco surgelati andrebbero mangiati soltanto sbucciati o disinfettati con prodotti appositi, sempre per evitare l’eventuale presenza di microrganismi nocivi.

Sul sito Bionotizie possiamo trovare tanti consigli di questo tipo, che ci aiutano a gestire al meglio tutto ciò che riguarda l’alimentazione e che ci danno delle indicazioni molto importanti anche per ciò che riguarda la dieta basata su prodotti di origine naturale.

Sappiamo che l’alimentazione è alla base del benessere generale, per cui non dovremmo mai trascurare ciò che portiamo a tavola, specialmente in un periodo così delicato come quello della gravidanza.

I nutrienti da non far mancare in gravidanza

Sia la futura mamma che il bambino hanno bisogno di alcuni nutrienti fondamentali. In particolare non dovrebbero mai mancare vitamina A, vitamina C, vitamina D e vitamine del gruppo B. Sono molto importanti anche alcuni sali minerali, nello specifico il calcio, il ferro e il fosforo.

Inoltre la futura mamma dovrebbe preoccuparsi anche di assumere in quantità sufficiente gli acidi grassi essenziali, che sono rilevanti tra i lipidi che si possono assumere. Per esempio pensiamo all’importanza dell’acido folico per lo sviluppo del feto, che può allontanare il rischio di malformazioni. Esso si trova soprattutto nei legumi, nelle arance, nella frutta secca, nelle fragole e nelle verdure a foglia verde.

Il Ministero della Salute raccomanda alle future mamme di seguire sempre una dieta varia, di mangiare poco e spesso durante la giornata, almeno quattro o cinque volte, di consumare cibi freschi, di consumare frutta e verdura fresca, che sia sbucciata e ben lavata e di limitare gli zuccheri e le bevande che contengono sostanze eccitanti, come caffè e tè. Da evitare i cibi grassi e fritti.

Meglio tenersi lontane dall’alcol o dai cibi che contengono liquori. Sarebbe opportuno consumare spesso pesce cucinato in umido o sulla griglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.