CONDIVIDI

La ritenzione idrica può essere particolarmente fastidiosa durante precise fasi della vita, soprattutto in caso di sbalzi ormonali, temperature elevate, scorretta alimentazione e stili di vita. Abbiamo deciso di suggerirvi alcune indicazioni utili per poterla combattere in una sola settimana, grazie a una dieta piuttosto valida che concentra tutta la sua attenzione sull’eliminazione dei liquidi in eccesso in modo naturale. Ovviamente, non stiamo parlando di una dieta miracolosa, ma è molto importante rispettare tutte le regole indicate per avere dei buoni risultati nell’arco di sette giorni. Analizziamo insieme tutte le fasi della giornata, scoprendo cosa mangiare e cosa evitare per allontanare il problema una volta per tutte.

Dieta contro la ritenzione idrica: cosa fare quando siete a digiuno

Il nostro corpo è in grado di ricevere maggiori benefici appena ci svegliamo, possibilmente bevendo dai due ai quattro bicchieri d’acqua tiepida al giorno senza mangiare nulla. Una pratica piuttosto difficile all’inizio, ma per renderla più sopportabile potreste aggiungere del succo di limone. Ricordate: prima di fare colazione, cercate di aspettare almeno 30-40 minuti.

Dieta contro la ritenzione idrica: cosa mangiare a colazione

La colazione è il pasto più importante della giornata e nelle nostre proposte abbiamo diverse varianti gustose da sottoporvi. Via libera alla frutta: pera, mela e pompelmo è ciò che dovrete mangiare al mattino. Ottima l’avena in fiocchi con della frutta, frutti secchi, una fetta di pane integrale tostato non salato o dello yogurt. Tutto abbinato ad avocado, formaggio fresco, tahina o frittata. Infine, tè verde a volontà, oppure un infuso di equiseto.

Dieta contro la ritenzione idrica: cosa mangiare a pranzo

Come primo piatto dovrete sempre mangiare una zuppa o una vellutata di cipolle; per secondo, scegliete a combinazione alternata proteine e carboidrati. Per quanto riguarda le proteine via libera alla carne bianca, alle uova, ai legumi e al pesce; per quanto concerne i carboidrati, potrete scegliere tra pane integrale, insalata, riso integrale, pasta integrale e riso basmati. Evitate l’impiego del sale raffinato e preferite il sale marino. Ancora meglio: utilizzate le spezie per condire i vostri piatti. Per concludere, mela o pera crude o cotte al forno come dolce.

Dietra contro la ritenzione idrica: cosa mangiare a cena

Durante la vostra dieta dei sette giorni dovrete sempre consumare come primo una vellutate di verdure, con un secco ricco di proteine. Quindi via libera a formaggio fresco, pesce, frutti secchi, uova e carne bianca. Per quanto riguarda la vellutate, scegliete la cipolla, la lattuga e il sedano, da condire con dell’olio extravergine d’oliva.