CONDIVIDI

La primavera è una delle stagioni più belle dell’anno, considerato il fatto che le giornate si allungano e i prati si riempiono di fiori. Tuttavia, nonostante l’aspetto quasi poetico degli ambienti, porta con sé numerosi fastidi a persone allergiche. A causa delle piante e dei pollini dispersi nell’aria, sono sempre più numerose le persone che manifestano starnuti, naso che cola occhi arrossati che lacrimano e prurito al naso, con possibili sintomi decisamente più seri come dermatiti, asma e congiuntiviti.

Non esistono cure mediche precise per risolvere il problema, ma grazie a una ricerca condotta a Roma è stato possibile dimostrare come alcuni alimenti possano alleviare i sintomi. Via libera a probiotici, come bifidobatteri e lattobacilli: in questo modo le probabilità di ammalarsi si potranno ridurre. Lo yogurt è infatti uno degli alimenti più consigliati, anche se ovviamente non stiamo parlando di una soluzione miracolosa. Cercate di assimilare molta vitamina D, poiché influenza in maniera positiva la flora batterica e agevola il nostro sistema immunitario nella difesa contro allergie.

Per evitare i disturbi si consiglia da sempre l’immunoterapia, la quale prevede la somministrazione dell’allergene in dose crescenti, per consentire al nostro organismo di gestirne la presenza durante la primavera. Una scelta indicata anche per i bambini e, per far sì che funzioni, è necessario avere una diagnosi corretta, per capire che cosa scateni i vari sintomi. Diverse analisi condotte di recente hanno messo in evidenza come quattro anni di questo trattamento riesca a tutelare il nostro corpo. Inoltre, per combattere ogni fastidio, è possibile assumere antistaminici dai ridotti effetti collaterali.