CONDIVIDI

Il problema dell’obesità infantile è piuttosto comune e serio, per questo motivo è fondamentale educare i bambini a un’alimentazione corretta e sana prima che diventino adolescenti e adulti. I più piccoli devono imparare a variare il cibo e, per questa ragione, è molto importante l’esempio fornito dai genitori. Se in famiglia si consumano vari tipi di frutta, verdura, carne e pesce, anche il bambino cercherà di adattarsi e adeguarsi al meglio.

Il nostro suggerimento verte nei confronti della verdura e della frutta, che dovrebbero essere sempre presenti alla routine alimentare di ognuno di noi. Soprattutto per quanto riguarda gli spuntini, consigliamo di evitare merendine cariche di zuccheri, visto che questo pasto dovrebbe contenere solo il 5 o 10% delle calorie giornaliere da assimilare. Inoltre, per offrire ai piccini un’alternativa simpatica e golosa, potreste optare per la macedonia di frutta. È basilare che, come gli adulti, anche i più piccoli comprendano che cosa realmente serve al nostro organismo e che cosa può essere tranquillamente evitato.

Nella scelta del menu quotidiano potrebbe essere un’idea vincente coinvolgere i propri figli nella scelta, in modo che possano valutare che cosa fa bene e che cosa fa male. In questo modo apprezzeranno con maggiore enfasi ciò che sarà preparato, forse perché sono stati proprio loro a scegliere. Per evitare l’insorgenza di possibili problemi alimentari, è necessario cambiare spesso alimenti: nella maggior parte dei casi, ogni bambino mangia la medesima cosa ogni giorno perché sicuro del gusto che andrà a percepire, senza così correre rischi. Si tratta di un’abitudine completamente sbagliata, poiché se mantenuta negli anni sarà particolarmente difficile modificarla.