CONDIVIDI
anacardi frutta secca benefici proprietà

Che cosa sono gli anacardi? Potremmo chiamarle semplicemente noccioline visto che appartengono alla famiglia della frutta secca. Ormai anche loro occupano un posto nella nostra dispensa grazie ad una ricetta orientale molto conosciuta: il pollo agli anacardi. Abbiamo deciso di concentrarci sugli aspetti nutrizionali degli anacardi e di soffermarci su proprietà e benefici legati al consumo o meglio, allo sgranocchiare anacardi.

L’alimento è molto interessante quindi possiamo inserirlo nella nostra dieta accanto a mandorle e noci. Tra le sostanze di cui sono più ricchi gli anacardi vi sono i grassi buoni, acido oleico in primis, che si trova anche nell’olio di oliva e fa bene al cuore. Inoltre troviamo magnesio, un minerale di cui abbiamo spesso parlato che interviene nelle reazioni biochimiche che regolano l’organismo. Ottimo il contenuto il vitamine (soprattutto quelle del gruppo B) e ancora amminoacidi essenziali e altri minerali tra cui potassio, sodio, zinco, rame, ferro e selenio. Buone notizie per chi è a dieta, perché sono uno snack ideale per chi vuole perdere peso, tra le sostanze di cui sono ricchi vi è anche la zeaxantina che protegge dal rischio di degenerazione oculare, inoltre aiutano le cellule ad assorbire lo zucchero rivelandosi quasi indispensabili che i soggetti affetti da diabete di tipo 2.anacardi perché mangiarli

Gli anacardi sono conosciuti anche per la presenza del triptofano, un precursore della serotonina, l’ormone della felicità. Se vi è capitato di sgranocchiarli e di sentirvi felici, ora sapete anche il motivo. Una ricerca ha persino evidenziato le proprietà antidepressive degli anacardi, e i risultati sono davvero eccezionali. Assumendo la giusta dose si possono addirittura sostituire i farmaci utilizzati per tale scopo, tra cui il Prozac. Questi straordinari studi sono in corso di approfondimento e, ricordate sempre, che nessun alimento può mai essere utilizzato come farmaco, ma può attenuare alcuni sintomi.

Controindicazioni degli anacardi e curiosità

Purtroppo gli anacardi hanno delle controindicazioni, chi è allergico al nichel deve starne alla larga, inoltre come tutta la frutta secca hanno un potenziale allergizzante non indifferente e potrebbero causare shock anafilattici nei soggetti che hanno tale predisposizione. Tuttavia nei vari paesi del mondo la popolazione mangia gli anacardi per diversi motivi, ed è quasi impossibile resistere alla loro prelibatezza. In Brasile sono considerati afrodisiaci, ad Haiti invece sono ottimi per la cura del mal di denti mentre in Messico si utilizzano per scolorire le lentiggini e infine in Venezuela per il mal di gola.