CONDIVIDI

L’ipertensione è un problema piuttosto serio, che non deve essere trascurato. Si tratta della pressione sanguigna alta, che può comportare problemi di vario genere al cuore, al cervello e ai reni se non controllata e curata in tempo. Per poter risolvere la patologia, bisogna ricorrere a farmaci di vario tipo, oppure modificare il proprio stile di vita dal punto di vista nutrizionale. Che cosa significa? Cambiare il proprio regime alimentare, scegliendo cibi indicati ed evitando quelli che potrebbero peggiorare la vostra condizione clinica.

Ipertensione: gli alimenti PRO
  • Verdura e frutta fresca da preferire a quella precotta o conservata, poiché le prime varianti non vedono sale, la causa principale dell’incremento della pressione sanguigna;
  • Cereali integrali, considerato il fatto che regolano il giusto equilibrio dei sali minerali presenti nel nostro organismo;
  • Acqua con poco sodio, almeno un litro e mezzo al giorno;
  • Pesce azzurro, poiché ricco di omega 3 e con molte funzioni antimicrobiche, antipertensive e antiaritmiche;
  • Erbe e spezie per donare sapore ai cibi, senza influire sulla ritenzione idrica. Via libera al gomasio al posto del sale, poiché composto dal 90% da semi di sesamo e solamente per il 10% da sale
Ipertensione: gli alimenti CONTRO
  • Sale o dado da cucina devono essere sostituiti da erbe o spezie;
  • Prodotti in scatola, come tonno, salmone, pelati e molti altri ancora colmi di sale;
  • Insaccati, poiché durante la loro preparazione vengono arricchiti da numerose dosi di sale;
  • Cibi sotto salamoia, perché contengono grandi quantità di sale;
  • Salsa di soia, poiché si tratta di un vero e proprio concentrato di sale