CONDIVIDI

Gli involtini primavera sono uno dei piatti più squisiti della cucina cinese, spesso ricchi di carne o gamberi. Abbiamo deciso di proporvi una ricetta vegana alternativa nei confronti di questo piatto, in modo da poter soddisfare le richieste e i bisogni di persone con gusti diversi. Scopriamo insieme tutti gli ingredienti e le tecniche di preparazione per poterli realizzare.

Ingredienti
  • 100 grammi di pasta filo;
  • 200 grammi di zucchine;
  • 200 grammi di carote;
  • 200 grammi di verza;
  • 100 grammi di germogli di soia;
  • 30 grammi di zenzero;
  • 3 cucchiai di salsa di soia;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale quanto basta
  • 5 grammi di farina di riso
  • 1 cucchiaio d’acqua
Preparazione

Prendete le carote e lo zenzero e sbucciateli; lavate con cura le zucchine e togliete le estremità, grattugiando il tutto. Prendete la verza, lavatela e tagliatela a julienne. Fate rosolare tutte le verdure grattugiate e tagliate in una pentola con dell’olio d’oliva, lasciando cuocere il tutto per almeno dieci minuti. Terminata la cottura, unite i germogli di soia e sfumate le vostre verdure con tre cucchiai di salsa di soia.

È il momento della pasta filo, da cui dovrete ricavare dieci rettangoli di 10 x 15 centimetri. Una volta ottenuti, realizzato il composto che vi consentirà di sigillarli: come? Semplice. Prendete un cucchiaio di farina di riso e un altro d’acqua, mescolateli insieme e create una sorta di pastella compatta e gommosa. A questo punto non vi resta che dare vita agli involtini primavera: come fare? Prendete un cucchiaio di ripieno e sistematolo sul lato corto della pasta filo, rivoltate il tutto verso l’interno per non far uscire le verdure e arrotolate; con il composto di farina e acqua sigillate il tutto. Prendete i vostri manicaretti e collocateli su una teglia rivestita con carta da forno e cuocete a 250° per una decina di minuti.