CONDIVIDI

Per poter sopravvivere, è necessario nutrirsi in maniera adeguata, seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata. Per mantenere il nostro corpo in perfetta salute, dobbiamo assimilare tutti quegli elementi essenziali per il nostro organismo, consumando grandi quantità di frutta e verdura. Tuttavia, è in arrivo un’importante novità dal punto di vista alimentare, forse non gradita a tutti, ma destinata ad ottenere grandi successi per il futuro. Due giovani ricercatori, precisamente Stefan Klettenhammer e Meinrad Koch, hanno pensato ad alcune alternative nei confronti del cibo. Molti si chiederanno: per quale motivo è necessario un cambiamento radicale nei confronti dell’alimentazione? Semplice: si stima che nel 2050 ci saranno ben nove miliardi di persone ad abitare la terra, ognuna delle quali dovrà essere nutrita in maniera regolare e costante.

Per consentire ad ogni terrestre il giusto apporto calorico, la produzione agricola dovrà moltiplicare la sua attività, gravando sull’ambiente che ci circonda. A seguito di queste considerazioni, i due ragazzi hanno deciso di proporre un nuovo progetto, sicuramente insolito, ma premiato in Svizzera. La novità risiede in alcuni ingredienti impiegati per creare barrette protetiche, utilizzando i vermi della farina. Una notizia che potrebbe sconvolgere, considerato il fatto che cibarsi di insetti è una pratica piuttosto insolita per noi italiani, ma fortunatamente arrivano delle rassicurazioni: in ogni alimento, sarà praticamente impossibile trovare le larve di questi simpatici insetti. Una vera e propria rivoluzione, che speriamo possa essere appoggiata e sostenuta da tutti, visto che è del nostro futuro e del nostro ecosistema che stiamo parlando: prevenire è meglio che curare, come si suol dire.