lunedì , dicembre 11 2017
Home / Alimentazione / Come cucinare le verdure con o senza griglia
Come cucinare le verdure con o senza griglia

Come cucinare le verdure con o senza griglia

Qual è il corretto modo di grigliare: ecco alcuni metodi alternativi per mangiare cibo sano e presentare un contorno vegetariano e sfizioso a base di verdure miste invernali.

Grigliare le verdure senza barbecue e come cucinarle

I benefici delle verdure grigliate sono noti a tutti, ma è bene tenere a mente che è il corretto modo di grigliare a rendere un alimento sano. Certamente, dipende anche da cosa si va a grigliare, se una fiorentina da 2 kg o delle semplici verdure, ma se entrambi si lasciano abbrustolire troppo, rilasciano delle sostanze poco salutari per l’organismo. Eppure, studi rinomati su questo tipo di cottura dimostrano che è ideale per chi segue una dieta ipocalorica, in quanto è una maniera per evitare di aggiungere grassi. Quando si cuociono determinate verdure, si tende a prepararle bollite o saltate in padella. Grosso errore, perché col primo metodo, le sostanze nutritive rimangono nell’acqua di cottura, mentre nel secondo caso, si deve inevitabilmente aggiungere dell’olio per cuocere e per non ritrovarsi pezzi di zucchina attaccati al fondo della padella. Sicuramente, tutti sono concordi nel dire che le verdure grigliate possono essere condite solamente con un filo di olio a crudo, molto più sano di ogni salsa o intingolo. Di solito, le verdure cotte alla griglia si possono servire come contorno, o per arricchire e condire dei primi piatti. Ma cosa succede se manca il barbecue? Ecco come cucinare le verdure con o senza griglia.

Come fare una grigliata di verdure senza griglia

Per grigliare le verdure con o senza griglia, bisogna avere la materia prima. Il consiglio  è quello di cercare sempre verdure e ortaggi di stagione, in modo che l’organismo possa assimilare vitamine e Sali minerali autentici. Spesso, sul banco ortofrutta ci sono tantissimi ortaggi fuori stagione cresciuti in serra, senza vedere mai un raggio di sole. Oltre a sapere di poco, sono anche poveri di sostanze nutrienti rispetto a quelle verdure cresciute all’aperto, in pieno campo. Una volta procurata la materia prima, si deve preparare, tagliando ogni verdura in modo da poterla cuocere meglio. Ad esempio, zucchine e melanzane si tagliano a fette lunghe o a rondelle, i pomodori devono essere tagliati a fette, il radicchio trevigiano a listarelle o si lascia a foglia, e così via. Per chi non ha il barbecue, si può optare a cucinare le verdure grigliate con due metodi alternativi. Il primo è usare il forno. Si preriscalda a 180 gradi e si poggiano le verdure su una teglia o direttamente sulla leccarda (magari rivestita di carta da forno) e si fa cuocere il tutto. Anche il tostapane può essere utilizzato anche per grigliare le verdure, specialmente se si devono cuocere melanzane, zucca o zucchine. Basta realizzare delle fette di un po’ meno di un centimetro e infilarle nell’elettrodomestico. In pochi minuti le verdure saranno pronte per essere condite e portate in tavola. Ovviamente, per poter fare le verdure grigliate col tostapane bisogna avere a disposizione anche le attrezzature migliori, come consigliato anche su https://miglior.eu/tostapane/.

Come grigliare le verdure sul barbecue: quali usare in inverno

Se invece si vuole cuocere questo piatto nella maniera tradizionale, prima della cottura si deve riscaldare la griglia fino a quando non raggiunge una temperatura alta. Distribuire poche verdure alla volta e cuocerle da ogni lato per pochi minuti, di solito dai 3 ai 5 minuti.  In tutti i casi, gli unici condimenti ammessi sono un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Le verdure grigliate si servono subito, belle calde, per metterle sopra la pasta o un altro primo piatto, oppure per arricchire un secondo di carne o di pesce, magari anch’esso cotto al barbecue. In vista dell’inverno, si può cucinare una grigliata di verdura invernale, ad esempio con zucca, indivia e patate.

 

La bella stagione arriva in fretta, preparati in anticipo con Barò cosmetics!
crema baro anticellulite

About Elisabetta Coni

Esperta di alimentazione e superfood in continuo aggiornamento: perchè il cibo è la migliore medicina

Leggi anche

Il cavolo come rimedio contro la colite: quali sono i benefici?

Il cavolo come rimedio contro la colite: quali sono i benefici?

Il benessere inizia sempre dalla tavola, secondo una ricerca universitaria i cavoli possono essere usati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 11 =