mercoledì , ottobre 18 2017
Home / Alimentazione / Come funziona il metabolismo e perché diventa lento?
Come funziona il metabolismo e perché diventa lento?

Come funziona il metabolismo e perché diventa lento?

Quando non riusciamo a dimagrire diamo la colpa al metabolismo lento, perché si blocca e come attivarlo

Conosciamo tutti il termine metabolismo ma pochi sanno effettivamente come funziona perché diventa lento e cosa fare per riattivarlo. Le persone che iniziano una dieta e devono perdere peso, devono fare i conti con il metabolismo. Da giovani è molto attivo e si può mangiare qualsiasi cosa senza avere paura di ingrassare, ma con l’avanzare dell’età tende a rallentare, le calore non vengono bruciate e quindi i kg di troppo iniziano ad accumularsi. Dovete sapere che una delle cause principali del fallimento delle diete dimagranti è proprio il metabolismo.

È corretto parlare di metabolismo di base ovvero l’energia totale utilizzata dal corpo per i processi fisiologici, questo consumo è a carico degli organi e dei muscoli volontari e involontari (la massa magra). Purtroppo la massa grassa a causa dei cambiamenti ormonali e dell’avanzare dell’età tende a sostituire la massa magra (anche senza un aumento di peso) e il metabolismo basale non riesce più a bruciare le calorie. Il fabbisogno calorico giornaliero è la somma dell’energia necessaria e dell’attività fisica, per restare in forma si deve lavorare proprio su questi due fattori.

Il metabolismo lento o bloccato si può riattivare?

C’è una buona notizia, nulla è perduto ma servono forza di volontà e costanza per migliorare la situazione. La prima cosa da fare è iniziare a praticare attività fisica, anche a casa si possono fare degli esercizi mirati oppure ci si può dedicare a passeggiate in bici o a passo sostenuto per almeno 30 minuti al giorno. Il nostro corpo è una macchina quasi perfetta e per farlo funzionare correttamente dobbiamo dargli ‘acqua’. Al mattino possiamo bere un bicchiere di acqua e limone a temperatura ambiente e durante gli spunti infusi e tisane. Per attivare il metabolismo inoltre si deve mangiare poco e spesso, i nutrizionisti infatti consigliano 5 pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena) e sconsigliano vivamente di saltarli. I cibi grassi e i condimenti devono essere eliminati per preferire prodotti integrali e frutta e verdura di stagione. Ci sono alcuni alimenti che accelerano il metabolismo e che non devono mancare nel carrello della spesa: mele, pere, agrumi, fragole,broccoli, verdure a foglia verde, carote, carciofi, tè verde, peperoncino, spezie e la frutta secca.

About Flavia Montanaro

Classe 1985. Web editor. Appassionata di alimentazione sana e vivere green, con una passione per i superfood: il cibo del futuro!

Leggi anche

Melograno: benefici, proprietà e controindicazioni

Melograno: benefici, proprietà e controindicazioni

Autunno, tempo di melograni. Chi ha già assaggiato i primi della stagione? Dovete approfittarne finché …