sabato , dicembre 16 2017
Home / Rimedi naturali e benessere / Cibi da consumare e da evitare per combattere l’insonnia
Cibi da consumare e da evitare per combattere l'insonnia

Cibi da consumare e da evitare per combattere l’insonnia

L’insonnia colpisce circa 7 milioni di persone nel nostro paese e i sintomi sono facilmente riconducibili alla difficoltà ad addormentarsi. Questa situazione di ipervigilanza e ansia impedisce di chiudere gli occhi e abbandonarsi tra le braccia di Morfeo. Spesso chi soffre d’insonnia da molto tempo decide di ricorrere alle maniere forti perché non riposando bene la notte non riesce ad affrontare la giornata. Tanti i rimedi medici ma noi preferiamo curare l’insonnia a tavola e con i rimedi naturali. Uno studio norvegese pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Sleep Medicine ha evidenziato che ci sono cibi alleati del sonno e che favoriscono il rilassamento muscolare e la produzione di serotonina. Gli alimenti che combattono l’insonnia sono quelli ricchi di omega 3 e vitamina B come il pesce, e quelli ricchi di potassio e vitamine del gruppo B. Alla lista della spesa aggiungete anche uova, pasta, riso, pane, orzo, zucca e aglio. Questi cibi contengono anche il triptofano un aminoacido che precede la sintesi della serotonina.

Per combattere l’insonnia ci sono anche degli alimenti da evitare che invece contengono la tirammina una sostanza che stimola la produzione di ormoni e neurotrasmettitori tra cui l’adrenalina e la dopamina. Da evitare quindi formaggi grassi, cibi conservati o affumicati, caffè e tè che sono eccitanti, cioccolato e cacao e in genere alimenti ricchi di sodio. Una cena abbondante inoltre compromette la fase più profonda del sonno ‘a onde lente’ e per addormentarsi si impiegano 29 minuti (rispetto ai 17 impiegati quando si mangia leggero). Il sale e i cibi salati inoltre intervengono sullo stato di rilassamento e ‘sotto accusa’ c’è anche il brodino, ritenuto leggero, se lo preparate con il dado ricordate che tra gli ingredienti c’è il glutammato anch’esso nemico del sonno!

Rimedi naturali contro l’insonnia: estratto di arancio e luppolo per dormire meglio

Modificare le abitudini alimentari per combattere l’insonnia potrebbe non essere sufficiente quindi provate i rimedi naturali. Se dormite male gli estratti di arancio e luppolo fanno al caso vostro e sono privi di effetti collaterali. L’essenza di fiori d’arancio è antidepressiva e agisce sulla contrattilità cardiaca, versatene qualche goccia sul cuscino o nella vasca. Il luppolo è adatto a tutti i tipi di insonnia anche in gravidanza e menopausa. La tintura madre deve essere disciolta in acqua secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Informate sempre il medico sulle cure naturali che intendete seguire!

La bella stagione arriva in fretta, preparati in anticipo con Barò cosmetics!
crema baro anticellulite

About Flavia Montanaro

Classe 1985. Web editor. Appassionata di alimentazione sana e vivere green, con una passione per i superfood: il cibo del futuro!

Leggi anche

Spray Back Up Bioness per rassodare i glutei funziona? Recensione e opinioni

In questi anni c’è un grande interesse femminile per la cura e il rassodamento dei …