Spinaci fonte di ferro: benefici e proprietà degli ortaggi a foglia verde

Gli spinaci sono l’alimento preferito di Popeye che mangiandoli trova subito la forza e i muscoli

0
Spinaci fonte di ferro: benefici e proprietà degli ortaggi a foglia verde

La primavera è il periodo degli ortaggi a foglia verde, tra questi anche gli spinaci, molto apprezzati anche dai bambini. Tutti abbiamo iniziato a mangiare gli spinaci solo perché facevano spuntare i muscoli come quelli di Braccio di Ferro. In realtà il loro sapore era molto invitante e anche se le braccine non subivano alcuna trasformazione, spazzolavamo via tutto in pochissimi minuti. Da grandi abbiamo imparato ad apprezzare gli spinaci perché versatili in cucina, il gusto delicato è perfetto per i contorni, le zuppe e i ripieni di pasta fresca e focacce salate. Incuriositi da questo alimento abbiamo approfondito i benefici e le proprietà scoprendo tantissime cose molto interessanti.

Calorie e composizione degli spinaci

Gli spinaci sono molto famosi per essere una fonte di ferro ma questa è una mezza verità perché altri alimenti di origine vegetale come le lenticchie ne contengono una quantità ben più maggiore. Tuttavia gli spinaci oltre al ferro sono ricchi di sali minerali (rame, zinco, fosforo, potassio, calcio, magnesio), molto importanti all’interno di una dieta equilibrata anche dimagrante. Leggeri e ipocalorici gli spinaci apportano 23 calorie per 100 grammi di prodotto cotto e senza condimenti. Analizzando meglio la composizione degli spinaci possiamo dire che sono anche una buona fonte di proteine, carboidrati e fibre che aiutano l’intestino, vitamina A e C indispensabili per la salute degli occhi e della pelle.

Benefici e proprietà degli spinaci

Ci soffermiamo meglio sulle proprietà e sui benefici legati al consumo di spinaci. Uno studio recente ha stabilito che migliorano i nostri riflessi e ci aiutano a restare lucidi grazie alla tirosina. L’amminoacido stimola la produzione di dopamina e norepinefrina, due neurotrasmettitori considerati fondamentali. La tirosina è presente anche nelle fave, nella soia e nelle nocciole. Grazie al potassio di cui sono ricchi gli spinaci aiutano a mantenere regolare la pressione, acqua e fibre invece lavorando per il nostro intestino come abbiamo detto in precedenza, e poi ci sono la vitamina A e C e la vitamina K che si occupa della salute delle nostre ossa. Per apprezzare al meglio gli spinaci provate a realizzare succhi e centrifugati a base di frutta e ortaggi. Ricordate però che un consumo elevato potrebbe essere sconsigliato a causa dell’acido ossalico di cui sono particolarmente ricchi quindi consultate il vostro medico di fiducia per informarvi su eventuali controindicazioni.