CONDIVIDI
zenzero agrodolce Gari

Oggi parliamo di cucina giapponese ed in particolare dello zenzero gari che viene usato per accompagnare i piatti di sushi e sashimi.

Lo zenzero, si sa, è la radice di una pianta erbacea originaria dell’Estremo Oriente ormai diffusa anche in Occidente e conosciuta per le sue qualità e proprietà benefiche. Il rizoma, che viene utilizzato per la preparazione di svariate ricette, è tenero e bitorzoluto. La polpa interna, bianca e morbida, ha un sapore fresco e nel contempo molto pungente. Può essere utilizzato sia come spezia, essiccato, che fresco, grattugiato o a pezzetti.

Lo zenzero è, ormai, entrato prepotentemente in tutte le tradizioni culinarie, sia orientali che occidentali. Nei paesi anglosassoni, in cui è conosciuto con il nome di “ginger”, è usato per la preparazione di cocktail e di dolci tipici natalizi, per esempio, e nella cucina orientale lo si trova, invece, come accompagnamento, insieme alla salsa di soia e alla pasta wasabi, del sushi e di tutti i piatti della tradizione giapponese.

Sicuramente molti di voi saranno abituali frequentatori di sushi bar o simili, anche perché la cucina giapponese, se una volta era considerata di nicchia e solo per appassionati, è diventata una gran moda. Sono tantissimi, infatti, i ristoranti in tutta Italia ed oggi è possibile anche ordinare il sushi online. Milano, ad esempio, è una delle città in cui ha più attecchito la cultura dell’asian food.

Ma vediamo com’è preparato e a cosa serve lo zenzero gari. Si tratta di una particolare preparazione in cui il prezioso tubero viene tagliato a fette sottilissime e marinato con un particolare procedimento in aceto di riso. Si presenta, quindi, sottoforma di fettine bianche e morbide ed ha un sapore molto caratteristico, tra il pungente ed il fresco.

È tradizione mangiarlo tra un boccone di sushi e l’altro, soprattutto se si cambiano i sapori. La sua funzione, infatti, è quella di “ripulire” la bocca dal sapore precedente e prepararla a quello successivo, un po’ come il nostro sorbetto al limone, per intendersi.

Considerando, inoltre, le molteplici proprietà digestive ed antisettiche che lo zenzero possiede, diventa un “condimento”, se così possiamo chiamarlo, fondamentale per chi desidera gustare la vera cucina giapponese.